ARGeNtWEB

Flash-Jus

Gravidanza durante il periodo di preavviso, interviene la Corte

È legittimo il licenziamento della lavoratrice nonostante la sopravvenienza, durante il periodo di preavviso, dello stato di gravidanza. È questo il principio di diritto espresso dalla Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 9268/2019. I giudici hanno chiarito che il licenziamento è un atto unilaterale recettizio, che si perfeziona nel momento in cui la volontà del datore di lavoro viene a conoscenza del lavoratore. L'efficacia però, che consiste nella risoluzione del rapporto di lavoro, viene differita ad un momento successivo che, nel caso di specie, era coinciso con la scoperta della gravidanza della lavoratrice.

n° 1583 - giovedì 11 aprile 2019
vai alla fonte Studio Cataldi
tag Corte di Cassazione | Licenziamento | Datore di lavoro | Lavoratore



© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0