ARGeNtWEB

Flash-Jus

I bambini hanno diritto alla doppia figura genitoriale...e di sesso diverso. Parola della Suprema Corte!

Con la sentenza n. 221 del 2019 il supremo Giudice delle leggi non solo conferma la legittimità costituzionale della scelta di fondo (della legge 40/2004) di riprodurre il modello della famiglia caratterizzata dalla presenza di una figura materna e di una figura paterna, ma ribadisce altresì che vi è una differenza sostanziale tra procreazione medicalmente assistita e adozione, dal momento che la seconda non serve per dare un figlio ad una coppia, ma per dare una famiglia ad un minore già nato, che ne è privo. Questo importante pronunciamento della Corte Costituzionale arriva peraltro ad un solo giorno di distanza dalla decisione della stessa Consulta di giudicare inammissibile la richiesta di trascrizione di un atto in cui siano riconosciute due "madri".

n° 1641 - giovedì 24 ottobre 2019
vai alla fonte Il Quotidiano Giuridico
tag Diritti indisponibili | Maternità | Corte Costituzionale | Procreazione medicalmente assistita



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0