ARGeNtWEB

Flash-Jus

Omesso versamento, la Corte salva la pensione degli avvocati

La parziale omissione del versamento dei contributi previdenziali non determina la perdita o la riduzione dell'anzianità contributiva e dell'effettività di iscrizione alla Cassa. È questo l'importante principio di diritto sancito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 30421/2019. In sostanza, ai fini del calcolo della pensione di vecchiaia, dovranno essere conteggiate anche le annualità per le quali il pagamento dei relativi contributi alla pensione di vecchiaia non è stato integrale. L'omesso versamento si configura come patologia del sistema che può essere superato con maggiori controlli da parte della Cassa Forense.

n° 1651 - giovedì 21 novembre 2019
vai alla fonte Studio Cataldi
tag Corte di Cassazione | Avvocati | Pensione | Prescrizione



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0