ARGeNtWEB

Flash-Jus

La Cassazione interviene sul reato di stalking

Con sentenza n. 3240 del 27 gennaio 2020, la Suprema Corte di Cassazione ritorna sul reato di stalking stabilendo che, in caso di applicazione di misure cautelari restrittive, allo stalker non può essere imposto di abbandonare la propria casa.
I giudici di legittimità hanno spiegato che è sempre necessario operare un contemperamento tra i diritti della persona offesa e quelli dell'indagato, soprattutto quando la condotta di stalking non nasca all'interno di rapporti familiari ma da contesti estranei alla famiglia in cui lo stalker cerca in continuazione un contatto con la persona offesa ovunque la stessa si trovi.

n° 1675 - giovedì 20 febbraio 2020
vai alla fonte Altalex
tag Corte di Cassazione | Misure cautelari | Stalking



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0