ARGeNtWEB

Flash-Jus

Verifica fiscale informata, la Corte chiarisce

La mancata comunicazione dei diritti e delle garanzie del contribuente al soggetto sottoposto ad una verifica fiscale non inficia l'eventuale atto impositivo. È questa la posizione della Corte di Cassazione che, con la sentenza n. 1301/2020, ha sottolineato che l'equilibrio tra le contrapposte esigenze non può pregiudicare l'esercizio dell'attività ispettiva, soprattutto quando la prescrizione normativa si riferisca a una mera formalità e la violazione si traduca in una mera irregolarità. Nel caso di specie, la verifica era stata subita da un avvocato che si era lamentato della violazione degli obblighi informativi previsti dallo Statuto del Contribuente.

n° 1677 - giovedì 27 febbraio 2020
vai alla fonte Fisco oggi
tag Corte di Cassazione | Fisco | Agenzia delle Entrate | Statuto dei diritti del contribuente | Accertamento fiscale



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0