ARGeNtWEB

Flash-Jus

Senza videoconferenza l'udienza è nulla

Con sentenza n. 2213 del 19 gennaio 2021 la VI sezione penale della Suprema Corte di Cassazione ha ribadito che l'omessa attivazione del collegamento per la videoconferenza che impedisca la partecipazione all'udienza dell'imputato è equiparata alla mancata traduzione del detenuto in udienza ed integra una nullità assoluta allorché la richiesta di presenziare, anche se nelle forme della videoconferenza, sia pervenuta in tempo utile a predisporre il collegamento.

n° 1773 - giovedì 4 febbraio 2021
vai alla fonte Altalex
tag Corte di Cassazione | Nullità | Detenuto



© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0