ARGeNtWEB

Flash-Jus

Diritto all'oblio Vs Libertà di informazione: lo scontro continua

Un articolo di cronaca può conservare anche a distanza di anni una valenza informativa e utilità sociale, assumendo il valore di informazione di rilievo storico. In base a questo ragionamento giuridico, il Garante Privacy ha dichiarato infondato un ricorso volto ad ottenere la cancellazione dei dati personali riportati in un articolo contenuto nell'archivio de "lastampa.it". L'Autorità non solo ha ribadito l'esigenza di bilanciamento con il diritto di espressione ed informazione, ma ha anche ritenuto sufficiente la deindicizzazione dell'articolo dai motori di ricerca da parte del giornale. Tuttavia ha applicato una sanzione amministrativa di 20.000 euro nei confronti dell'editore in quanto non aveva dato riscontro ad una precedente istanza dell'interessato.

n° 1804 - giovedì 29 aprile 2021
vai alla fonte Garante Privacy
tag Garante privacy | Privacy | Dati personali | Diritto all'oblio | Diritto all'informazione | Interessato | Giornalismo | Libertà di espressione



© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0