ARGeNtWEB

Flash-Jus

PEC del Comune è piena: il cittadino è tenuto ad inviare una raccomandata

Il TAR Sardegna si è pronunciato su una questione che si verifica spesso: invio di PEC ad enti pubblici da parte di cittadini, e contestuale ricezione del messaggio di avviso "casella piena". Per il Tribunale Amministrativo Sardo, in questi casi il cittadino è chiaramente edotto tanto della mancata consegna del messaggio, quanto della impossibilità del destinatario di conoscerne il contenuto. Principi di correttezza e buona fede impongono al mittente di provare un ulteriore invio tramite posta elettronica certificata o eventualmente con "altra modalità sicura", vale a dire posta raccomandata o consegna all'ufficio protocollo.

n° 1884 - giovedì 17 marzo 2022
vai alla fonte FederPrivacy
tag Codice Amministrazione Digitale (CAD) | Amministrazione digitale | Posta elettronica certificata (PEC) | Pubblica amministrazione | TAR



© 2004/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0