ARGeNtWEB

Flash-Jus

Cassazione: è violazione della privacy l'affissione in bacheca dei debiti condominiali

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 186/2011, ha accolto il ricorso di un condomino per violazione della privacy, cassando la sentenza di merito impugnata e rinviando al Tribunale di Napoli. A seguito dell'affissione nell'androne del palazzo dei debiti ancora non saldati dal condomino, lo stesso aveva fatto ricorso in giudizio per ottenere il risarcimento dei danni. La Suprema Corte, richiamando i principi del Codice Privacy, ha affermato che negli spazi accessibili a terzi estranei al condominio non possono essere diffusi dati personali riferibili ai condomini. Si deve, infatti, dar prevalenza ad esigenze di tutela della privacy dei singoli condomini rispetto a quelle di efficienza dell'amministrazione condominiale. Quindi, l'affissione nella bacheca dell'androne condominiale, da parte dell'amministratore, dell'informazione concernente le posizioni di debito del singolo condomino, costituisce un'indebita diffusione, come tale illecita e fonte di responsabilità civile, ai sensi degli artt. 11 e 15 del Codice Privacy.

n° 190 - giovedì 13 gennaio 2011
vai alla fonte Guida al diritto - Il Sole 24 Ore
tag Privacy | Codice Privacy | Condominio | Corte di Cassazione | Dati personali | Tutela dei dati personali | Risarcimento del danno | Responsabilità civile



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0