ARGeNtWEB

Flash-Jus

Posta elettronica aziendale "sacra"... anche se non sei dipendente

Granitica giurisprudenza sancisce che la casella di posta elettronica, seppur aziendale, è comunque presidiata da garanzie di riservatezza ed inviolabilità assimilabili, salvo ipotesi eccezionali, a quelli previsti per la posta personale. La disciplina "privacy" aggiunge, poi, che ogni account aziendale debba essere consegnato al dipendente con idonea informativa sul trattamento dei dati personali e policy sul relativo uso. Da ultimo, all'esito di un procedimento ispettivo su segnalazione, il Garante privacy ha assimilato al dipendente l'agente, dunque un collaboratore non inquadrato come dipendente, estendendo anche a questo tipo di rapporto di lavoro le garanzie e le regole citate.

n° 1903 - giovedì 19 maggio 2022
vai alla fonte Autorità garante per la protezione dei dati personali
tag Garante privacy | Sanzioni | Posta elettronica | Rapporto di lavoro



© 2004/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0