ARGeNtWEB

Flash-Jus

Finanziere dispettoso ruba il tesserino: è furto anche senza vantaggio economico

Con la sentenza n. 20442 del 2022, la Prima sezione penale della Corte di Cassazione ha stabilito che è furto anche la sottrazione finalizzata non al vantaggio patrimoniale, ma alla pura vendetta, in quanto soddisfa un bisogno psicologico. È stato infatti accolto il ricorso del Procuratore generale militare contro la sentenza della Corte militare d'appello che, riformando la condanna del Tribunale militare di Roma del 19 febbraio 2020, nell'aprile 2021 aveva assolto un appuntato scelto della Guardia di Finanza dal reato di furto militare per essersi riappropriato la propria tessera di riconoscimento ritirata dopo il collocamento in aspettativa per motivi di salute. Nonostante la tessera non avesse un valore economico la sottrazione configura comunque il reato di furto, poiché soddisfaceva un interesse psicologico del finanziere, fosse esso ritorsione ovvero vendetta nei confronti della pubblica amministrazione.

n° 1904 - giovedì 26 maggio 2022
vai alla fonte Diritto 24
tag Cassazione penale | Furto | Dolo



© 2004/23 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0