ARGeNtWEB

Flash-Jus

Motociclisti, la Corte dice si alle corsie preferenziali

Le ridotte dimensioni del ciclomotore sono inidonee a costituire intralcio alla circolazione dei mezzi pubblici. Per tale ragione, il divieto di circolazione nelle corsie riservate ai mezzi pubblici, posto dall'art. 7 C.d.S., non riguarda i conducenti di ciclomotore. È quanto ha stabilito la Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 16801/2022.

n° 1905 - giovedì 26 maggio 2022
vai alla fonte Diritto.it
tag Corte di Cassazione | Codice della strada | Ciclomotore



© 2004/23 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0