ARGeNtWEB

Flash-Jus

Se un datore non rispetta il part time scatta il tempo pieno

La Suprema Corte di Cassazione - con sentenza n. 11905/2011 - ha stabilito che il rapporto di lavoro di tipo part time che si prolunghi per l'intero orario lavorativo si trasforma in contratto a tempo pieno, a nulla rilevando che al lavoratore fosse consentito rifiutarsi di svolgere le prestazioni richieste dal datore. Tale effetto è determinato da un comportamento concludente suscettibile di modificare in modo stabile l'orario di lavoro.

n° 356 - giovedì 2 giugno 2011
vai alla fonte Guida al diritto - Il Sole 24 Ore
tag Lavoro subordinato | Lavoratore | Diritto del lavoro | Corte di Cassazione | Part time | Tempo pieno



4.1.2022
ARGeNtWEB

Calendario ARGeNtWEB

© 2004/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0