ARGeNtWEB

Flash-Jus

Questo matrimonio... s'ha da fare!

Il tribunale di Piacenza ha statuito che il nulla osta di autorità non italiane al matrimonio di uno straniero in Italia non deve essere condizionato da motivazioni religiose. Occasione di tale pronuncia giurisdizionale è stato un matrimonio misto, ossia tra nubendi di cittadinanza e credo religioso differenti, le cui pubblicazioni in Comune erano rifiutate dall'ufficiale di stato civile per mancanza del suddetto nulla osta. Nel caso di specie, il consolato algerino non concedeva il nulla osta alla futura sposa a causa della mancata conversione alla fede islamica del suo futuro sposo. Il Tribunale emiliano decideva nel senso che tale mancato rilascio costituiva un impedimento a contrarre il matrimonio assolutamente ingiustificato, tale da violare un diritto fondamentale riconosciuto nell'ordinamento nazionale ed internazionale. Per tale ragione, il rifiuto alle pubblicazioni matrimoniali da parte dell'ufficiale di stato civile veniva considerato illegittimo.

n° 405 - giovedì 14 luglio 2011
vai alla fonte Persona e danno
tag Matrimonio | Nulla osta | Pubblicazioni matrimoniali | Stranieri | Ufficiale di stato civile



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0