ARGeNtWEB

Flash-Jus

Quoque tu, moglie ingrata!

Revoca della donazione per ingratitudine. È quanto ha stabilito con la sentenza n. 22936/2011 la Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso di un uomo che, dopo aver sposato una donna più giovane di lui, le aveva donato una casa per poi ritrovarsi abbandonato ai primi acciacchi. L'ingrata, dopo aver ricevuto numerosi regali, aveva proseguito una relazione adulterina iniziata già prima delle nozze per poi abbandonare definitivamente, nel momento del bisogno, il vecchio marito per l'amante più giovane. Al donante non è rimasto che chiedere la revoca della donazione della casa donata a causa della mancata solidarietà e riconoscenza della moglie fedifraga.

n° 487 - giovedì 10 novembre 2011
vai alla fonte Guida al diritto - Il Sole 24 Ore
tag Corte di Cassazione | Donazione | Donante | Revoca per ingratitudine | Tradimento



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0