ARGeNtWEB

Flash-Jus

Corte di Cassazione: punibili le molestie via Facebook

Le molestie e le persecuzioni mediante l'invio di sms o di video via Facebook configurano il reato di stalking (ex art. 612 bis c.p.): questo è quanto ha sancito la Corte di Cassazione (sent. 32404/2010). I Supremi Giudici hanno ritenuto "minacciosi e molesti" gli atti posti in essere da un ragazzo che, dopo la fine di una relazione sentimentale, ha cominciato ad utilizzare Facebook come mezzo di diffusione di un filmato privato a sfondo erotico. La condotta è punibile in quanto ha creato nella vittima "uno stato d'animo di profondo disagio e paura in conseguenza delle vessazioni patite".

n° 49 - giovedì 16 settembre 2010
vai alla fonte Corte di Cassazione
tag Reati informatici | Stalking | Facebook



© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0