ARGeNtWEB

Flash-Jus

Niente più termini dimezzati per le opposizioni a decreto ingiuntivo

Il 6 dicembre 2011 la Camera ha approvato, in via definitiva, una nuova legge in materia di termini per le opposizione a decreto ingiuntivo. Il provvedimento interviene a mettere ordine dopo che, con sentenza n. 19246 del 2010, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione avevano stabilito il dimezzamento automatico dei termini, sia per l'opponente che per l'opposto, per il solo fatto che fosse stata presentata opposizione. La nuova legge, al contrario, riscrive il co. 2 dell'art.645 c.p.c. sopprimendo le parole "ma i termini di comparizione sono ridotti a metà" ed inoltre, con riferimento ai procedimenti pendenti, dà una nuova interpretazione al co.1 dell'art.165 c.p.

n° 520 - giovedì 8 dicembre 2011
vai alla fonte Guida al diritto - Il Sole 24 Ore
tag Camera dei Deputati | Corte di Cassazione | Decreto ingiuntivo | Novità normative | Processo civile | Termini | Sezioni Unite



4.1.2022
ARGeNtWEB

Calendario ARGeNtWEB

© 2004/22 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0