ARGeNtWEB

Flash-Jus

Riconoscimento tardivo del padre? Resta il cognome della madre

Il bambino, nato al di fuori del matrimonio e riconosciuto soltanto a distanza di tempo dal padre, mantiene, come primo cognome, quello della madre. Questo quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 27069 del 2011 che ha sottolineato che i figli naturali che vivono con la madre hanno diritto a mantenere il cognome materno e quindi ad avere un doppio cognome. La ratio sottesa alla decisione è la salvaguardia dell'identità personale del minore.

n° 527 - giovedì 22 dicembre 2011
vai alla fonte Guida al diritto - Il Sole 24 Ore
tag Corte di Cassazione | Minori | Diritto di famiglia | Cognome | Figli naturali | Genitori | Riconoscimento | Identità personale



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0