ARGeNtWEB

Flash-Jus

Pubblicare su sito web annunci "hot" non costituisce reato

Con sentenza n. 4443 del 2 febbraio 2012, la Corte di Cassazione ha stabilito che non incorre nel reato di sfruttamento della prostituzione il soggetto che pubblichi sul proprio sito web annunci di escort.
I giudici di legittimità, ribaltando la decisione dei giudici di merito, hanno annullato senza rinvio la sentenza impugnata spiegando come la semplice pubblicazione su sito di un annuncio, non supportata da una collaborazione tra soggetto e prostituta finalizzata ad incentivare e creare contatti con nuovi clienti, non può costituire reato ma si sostanzia in un semplice servizio offerto dal soggetto alle escort.

n° 575 - giovedì 16 febbraio 2012
vai alla fonte Altalex
tag Corte di Cassazione | Internet | Processo penale | Sfruttamento della prostituzione | Web | Diritto penale



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0