ARGeNtWEB

Flash-Jus

Quando la condotta del lavoratore è abnorme

Aldo Carrato ha commentato la sentenza della Corte di Cassazione n.19280 del 10/09/2010, in cui la Suprema Corte precisa i caratteri dell'abnormità della condotta del lavoratore, idonea ad escludere la responsabilità del datore per infortuni sul lavoro. La Corte afferma che il comportamento del lavoratore è abnorme quando è caratterizzato dall'esorbitanza e dall'imprevedibilità rispetto al procedimento lavorativo ed alle direttive ricevute dal datore.

n° 59 - giovedì 23 settembre 2010
vai alla fonte Ipsoa
tag Lavoro subordinato | Risarcimento del danno



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0