ARGeNtWEB

Flash-Jus

Mediaset.com: un Cybersquatting non dimostrato!

Dimenticare di rinnovare un nome a dominio può capitare a tutti, ma questa volta la disattenzione è costata cara alla Mediaset. L'azienda di Cologno Monzese, per rientrare in possesso del dominio perso, ha avviato una procedura di riassegnazione presso la WIPO lamentando il fatto che il domino era stato registrato in malafede ed in violazione dei diritti che l'azienda stessa vanta sul marchio "mediaset". Il resistente, tuttavia, ha negato la sussistenza della malafede, ed ha sostenuto che i termini media e set sono parole comuni, non suscettibili di protezione. Il Collegio giudicante pur riconoscendo l'identità tra il dominio oggetto di contestazione ed i marchi detenuti dalla Mediaset S.p.a., ha ritenuto che quest'ultima non sia riuscita a dimostrare la malafede da parte della resistente limitandosi a fornire asserzioni generiche e non sufficienti, e senza supportare tali affermazioni in modo concreto. Sulla base di queste osservazioni il Collegio ha respinto la richiesta di trasferimento del dominio.

n° 613 - giovedì 22 marzo 2012
vai alla fonte Altalex
tag ICT | Internet | Cybersquatting | Procedura di riassegnazione | WIPO | Nomi a dominio



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0