ARGeNtWEB

Flash-Jus

Phishing e Poste Italiane

Il Tribunale di Siracusa ha recentemente ritenuto Poste Italiane S.P.A. responsabile per non aver adoperato la diligenza richiesta al fine di garantire un adeguato standard di sicurezza, in caso di transazioni on line cd. anomale, cioè disposte da un cliente mediante un indirizzo IP difforme da quello utilizzato abitualmente.

n° 635 - giovedì 5 aprile 2012
vai alla fonte Diritto bancario
tag Phishing | Sicurezza informatica | Reati informatici | Truffa | Internet | Poste



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0