ARGeNtWEB

Flash-Jus

Per la Cassazione l'automobilista non deve... scappare!

Incidente stradale? Fermi tutti. La Corte di Cassazione, con sentenza n. 17220 del 9 maggio 2012, ha confermato che, anche a seguito di un sinistro stradale senza particolari conseguenze, l'automobilista commette il cosiddetto "reato di fuga" se non rimane sul posto il tempo necessario per espletare le procedure per l'individuazione delle responsabilità. Pur non configurandosi il più grave reato di omissione di soccorso, che comporterebbe l'obbligo più ampio di assistenza, i giudici hanno riconosciuto il dovere in capo ai soggetti coinvolti nell'incidente di identificarsi e permettere agli interessati di annotare gli elementi identificatori dei veicoli incidentati.

n° 681 - giovedì 17 maggio 2012
vai alla fonte Diritto.it
tag Corte di Cassazione | Sinistri stradali | Omissione di soccorso | Responsabilità da circolazione stradale | Diritto penale



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0