ARGeNtWEB

Flash-Jus

No risarcimento? No class action!

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 9772/12, respingendo il ricorso del Codacons avverso un istituto di credito bancario, ha ritenuto inammissibile la class action intentata per contestare clausole illegittime inserite nei contratti di conto corrente dall'istituto stesso. La Suprema Corte, infatti, ha sottolineato come l'azione di classe, disciplinata dall'art. 140-bis del D.Lgs. 206/2005 (Codice del Consumo), abbia mera natura risarcitoria e per tanto inidonea a contestare la legittimità delle clausole oggetto del contendere.

n° 722 - giovedì 21 giugno 2012
vai alla fonte Corte di Cassazione
tag Corte di Cassazione | Class action | Consumatori | Codice del consumo | Clausole illegittime



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0