ARGeNtWEB

Flash-Jus

Diritti del convivente more uxorio gay: un caso

Il convivente more uxorio gay, come quello eterosessuale, può vedersi riconosciuto il diritto all'assistenza sanitaria, prevista dalla Cassa Mutua Nazionale per il personale della Banca presso la quale lavora il proprio compagno. Così è per il Tribunale di Milano, sez. Lavoro, nella sentenza - commentata da Stefano Rossi - del 15 dicembre 2009. Una contraria interpretazione avrebbe generato una discriminazione fondata sull'orientamento sessuale, contraria ai principi della nostra Costituzione.

n° 74 - giovedì 7 ottobre 2010
vai alla fonte Persona e danno
tag Convivente omosessuale | Previdenza ed assistenza



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0