ARGeNtWEB

Flash-Jus

Si al licenziamento per incrementare i profitti aziendali

Licenziamento "economico", si può anche per le imprese con meno di 15 dipendenti. E' quanto emerge dalla sentenza n.579 del gennaio 2013 della Corte di Cassazione. In ossequio al principio costituzionale di libertà dell'iniziativa economica privata, i giudici hanno ammesso la legittimità del licenziamento operato dall'imprenditore ai danni del lavoratore dipendente al fine di una riorganizzazione aziendale tesa ad incrementare la redditività dell'impresa. Il miglioramento dei "conti" dell'impresa quindi può configurarsi come oggettivo motivo di licenziamento del lavoratore dipendente.

n° 768 - giovedì 17 gennaio 2013
vai alla fonte Diritto.it
tag Corte di Cassazione | Lavoratore | Datore di lavoro | Rapporto di lavoro | Giustificato motivo oggettivo | Giusta causa | Licenziamento



© 2004/24 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0