ARGeNtWEB

Flash-Jus

Demolire il ruolo dell'altro genitore non giova ai fini dell'affidamento dei minori

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 5847/2013, ha confermato la decisione della Corte di Appello di Catania che aveva ribaltato la decisione presa in primo grado in merito all'affidamento di due minori al padre. In appello, grazie a una perizia psichiatrica, era stato accertato che i risultati dell'audizione dei minori davanti al Tribunale erano inficiati in quanto i minori in questione erano affetti da sindrome di alienazione parentale (Pas): la loro ostilità nei confronti della madre era attribuibile ai comportamenti del padre, colpevole di sminuire la figura della stessa ai loro occhi. Per questo la Suprema Corte ha confermato il no a una nuova audizione in appello e rigettato tutte le motivazioni del ricorso, confermando quindi l'affidamento alla madre.

n° 826 - giovedì 14 marzo 2013
vai alla fonte Il sole 24 ore
tag Corte di Cassazione | Affidamento | Padre | Genitori | Perizia psichiatrica | Diritto di famiglia | Minori | Figli



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0