ARGeNtWEB

Flash-Jus

Condannato il barelliere che inciampa

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 16260/13, ha reso definitiva la condanna per omicidio colposo di un barelliere, il quale, inciampando in una mattonella divelta mentre trasportava una donna da un reparto all'altro, la faceva cadere, provocandone la morte per grave trauma encefalico. La Suprema Corte ha qualificato il comportamento del barelliere come colposo, in quanto, nonostante fosse a conoscenza delle cattive condizioni di manutenzione dell'ospedale, non ha posto la dovuta prudenza nello svolgimento del suo lavoro, confidando, invece sull'obbligo di manutenzione strutturale dell'immobile gravante su altri.

n° 857 - giovedì 18 aprile 2013
vai alla fonte Il sole 24 ore
tag Omicidio colposo



© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0