ARGeNtWEB

Flash-Jus

L'assemblea condominiale non ha potere di mora

La Suprema Corte ha stabilito, con sentenza n. 10196/2013, che l'assemblea dei condomini non ha il potere di deliberare l'applicazione di interessi moratori per i ritardati pagamenti delle quote condominiali, potendo tale previsione essere inserita esclusivamente in un regolamento contrattuale approvato all'unanimità: la nullità della relativa delibera inficia anche i riparti degli oneri di gestione previsti nei bilanci approvati negli anni successivi che di tali interessi abbiano tenuto conto e può essere fatta valere dal condomino interessato in deroga al termine di decadenza di cui all'art. 1137 cod. civ.

n° 874 - giovedì 9 maggio 2013
vai alla fonte Il sole 24 ore
tag Corte di Cassazione | Condominio | Mora



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0