ARGeNtWEB

Flash-Jus

Figlio mio, quanto mi costi!

La nascita di un figlio all'interno di una relazione more-uxorio non necessariamente incide sull'importo dell'assegno di mantenimento che un genitore deve corrispondere a beneficio di un figlio nato in costanza di un precedente matrimonio. Con la sentenza n. 23090/2013, i giudici della Corte di Cassazione hanno sentenziato che la valutazione sull'ammontare dell'assegno non deve essere fatta in astratto ma in concreto. Nella fattispecie analizzata dai giudici, la circostanza per cui la convivente dell'uomo contribuisce alla capacità economica della famiglia, rende possibile al genitore il mantenimento del figlio legittimo.

n° 939 - giovedì 17 ottobre 2013
vai alla fonte Persona e danno
tag Corte di Cassazione | Diritto di famiglia | Genitori | Filiazione | Figli legittimi | Matrimonio



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0