ARGeNtWEB

Flash-Jus

Cosa nostra? No, Cosa... europea!

Non più soltanto metodo violento e intimidatorio, ma anche corruzione, frode ed evasione fiscale, riciclaggio: metodi ormai comuni alle mafie di tutt'Europa, che rendono necessario, ad avviso del Parlamento Europeo, azioni e soluzioni congiunte ed uniformi. Da qui, l'approvazione di un piano d'azione 2014-2020 per la repressione della criminalità organizzata nell'intera UE, basata (tra l'altro) su fattispecie comuni, creazione di una superprocura europea specializzata in tema ed inasprimento delle sanzioni.

n° 944 - giovedì 31 ottobre 2013
vai alla fonte Parlamento Europeo
tag Parlamento Europeo | Mafie | Unione Europea



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0