ARGeNtWEB

Flash-Jus

Niente spaccio senza "l'accertamento tecnico"

Con sentenza n. 44420 del 4 novembre 2013, la Corte di Cassazione ha chiarito che non può esserci condanna per spaccio qualora sia mancato l'accertamento tecnico finalizzato ad identificare il quantitativo di principio attivo contenuto nella sostanza sequestrata, onde poter valutare il superamento della soglia di rilevanza penale.
I giudici di legittimità hanno specificato che la mancanza dell'accertamento rende impossibile valutare con certezza se la sostanza possieda o meno un quantitativo di principio attivo tale da far scattare la rilevanza penale.

n° 955 - giovedì 7 novembre 2013
vai alla fonte Guida al diritto
tag Corte di Cassazione | Spaccio | Stupefacenti



© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0