ARGeNtWEB

Flash-Jus

Si alla trasparenza, ma attenzione ai dati dei bambini!

Il garante della privacy ha ricordato alle scuole la giusta interpretazione delle norme riguardo la pubblicazione on line di dati sensibili, soprattutto se questi sono relativi a minori. Da oggi, infatti, non sarà più possibile rendere note informazioni relative al domicilio degli studenti, ne' ai ritardi di pagamento del servizio mensa. Anche i dati dei docenti e del personale amministrativo tecnico e ausiliario saranno tutelati: il Garante ha, infatti, invitato gli istituti scolastici a non pubblicare i numeri di telefono e gli indirizzi dei lavoratori.
Gli istituti scolastici dovranno, inoltre, predisporre i moduli di iscrizione degli studenti in modo da non intaccare la dignità di questi con domande troppo personali, soprattutto se non rilevanti. Non dovranno essere richiesti ne' la religione ne' il gruppo etnico di appartenenza, in quanto queste informazioni non sono necessarie per l'attività istituzionale svolta.

n° 986 - giovedì 16 gennaio 2014
vai alla fonte Garante Privacy
tag Privacy | Garante privacy | Tutela | Dati personali | Religione | Domicilio



© 2004/19 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0