UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

Chiarimenti sul certificato antipedofilia

Con riferimento all'obbligo di richiesta del certificato penale del casellario giudiziale in capo al datore di lavoro, previsto dall'articolo 2 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 39, il Ministero della Giustizia ha fornito alcuni chiarimenti. In particolare, vengono specificate le modalitÓ di rilascio dei certificati sia per il datore di lavoro privato che per quello pubblico, che intende impiegare una persona per lo svolgimento di attivitÓ professionali o attivitÓ volontarie organizzate che comportino contatti diretti e regolari con minori, al fine di verificare l'esistenza di condanne ovvero l'irrogazione di sanzioni interdittive all'esercizio di attivitÓ che comportino contatti diretti e regolari con minori, per i reati di prostituzione minorile (600-bis del codice penale), pornografia minorile (600-ter del codice penale), detenzione di materiale pornografico (600-quater del codice penale), iniziative turistiche volte allo sfruttamento della prostituzione minorile (600-quinquies del codice penale) e adescamento minorenni (609-undieces del codice penale).

n░ 1060 - giovedý 24 aprile 2014
vai alla fonte Ministero della Giustizia
tag Casellario giudiziale | Certificato penale | Minori | Reato | Datore di lavoro | Diritto penale | Diritto del lavoro | Condanna



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti