UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

Il perdono al giornalista salva l'intervistato

La quinta Sezione della Suprema Corte di Cassazione ha statuito che ove il querelante decida di rimettere la querela nei confronti del giornalista, che aveva realizzato un'intervista ad un soggetto che aveva rilasciato dichiarazioni diffamanti per la persona offesa, la remissione si estende all'intervistato attesa l'esistenza di una cooperazione necessaria fra i due soggetti, nel caso in cui il giornalista si sia reso strumento della diffamazione, e l'identitÓ del reato. Diversamente accade nel rapporto fra giornalista e direttore del giornale, nel qual caso la remissione della querela al giornalista non si estende al direttore, in quanto non vi Ŕ identitÓ del reato stante la diversitÓ delle strutture dei reati, uno dei quali Ŕ punito a titolo di colpa.

n░ 1130 - giovedý 23 ottobre 2014
vai alla fonte Corte Suprema di Cassazione
tag Cassazione penale | Azione penale | Diffamazione a mezzo stampa



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/19 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti