UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

Centrale rischi: da segnalare anche "la sofferenza"

La Corte di Cassazione, con la sentenza 29 gennaio 2015 n. 1725, ha stabilito che nelle categorie di rischio creditizio che comportano segnalazione alla Centrale rischi, rientra la "sofferenza" cui va ricondotta l'intera esposizione per cassa nei confronti di soggetti in stato di insolvenza, anche non accertato giudizialmente, o in situazioni equiparabili, indipendentemente dalle eventuali previsioni di perdita formulate dalle aziende. La sofferenza, quindi, non richiede una previsione di perdita del credito e dunque ben pu˛ sussistere anche qualora il patrimonio del debitore consenta ancora, allo stato e nel contesto della sua negativitÓ, margini di rientro. Resta estraneo alla nozione di "sofferenza" l'inadempimento correlato ad una situazione di illiquiditÓ contingente e non strutturale, cioŔ non accompagnato da un oggettivo stato di difficoltÓ a far fronte alle proprie obbligazioni.

n░ 1199 - giovedý 12 febbraio 2015
vai alla fonte Diritto bancario
tag Segnalazione Centrale Rischi | Insolvenza | Legge fallimentare | Credito | Corte di Cassazione | Debito | Banca



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/23 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti