UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

Verifiche protratte "sine die", la Cassazione grazia il Fisco

Lo Statuto dei diritti del contribuente prevede che le verifiche degli ispettori del Fisco nelle sedi aziendali debbano concludersi entro trenta giorni. La Corte di Cassazione, con sentenza n. 966/2016, ha chiarito che tale termine non ha natura perentoria e che, di conseguenza, sono utilizzabili gli elementi di prova raccolti e sono legittimi gli atti compiuti a seguito di verifiche "tardive". I giudici hanno chiarito che l'ordinamento non prevede alcuna sanzione per il protrarsi dell'azione investigativa e che il termine Ú posto per contemperare l'azione accertatrice del Fisco con la legittima aspirazione del contribuente a non subire eccessive limitazioni nella propria attivitÓ lavorativa. Pertanto esso ha natura ordinatoria.

n░ 1326 - giovedý 4 febbraio 2016
vai alla fonte Fisco oggi
tag Corte di Cassazione | Agenzia delle Entrate | Fisco | Statuto dei diritti del contribuente | Contribuente | Imprenditore | Avviso di accertamento



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/20 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti