UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

La Cassazione si Ŕ espressa sulle modalitÓ di calcolo della superficie minima delle celle carcerarie

Con la sentenza del 19 febbraio 2021 n. 6551, le Sezioni Unite hanno affermato che, nella valutazione dello spazio minimo di tre metri quadri da assicurare ad ogni detenuto ex art. 3 CEDU, va tenuto conto della superficie calpestatile da cui va detratto lo spazio occupato dai componenti di arredo.
La Suprema Corte ha altresý dichiarato che la presunta violazione dell'art. 3 Cedu, causata dalla disponibilitÓ nella cella collettiva di uno spazio minimo individuale inferiore a tre metri quadrati, pu˛ essere superata se vi sono i c.d. "fattori compensativi", cioŔ se la durata della detenzione Ŕ breve, se il detenuto ha libertÓ di movimento e possibilitÓ di svolgere attivitÓ fuori dalla cella e se le condizioni carcerarie sono dignitose.

n░ 1794 - giovedý 15 aprile 2021
vai alla fonte Sistema penale
tag Convenzione Europea diritti dell'uomo (CEDU) | Diritti | Diritto penitenziario | Procedura penale | Carcere



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/21 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti