UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

La Corte a difesa dell'avvocato diffamato

Appellare l'avvocato di un familiare con l'epiteto "stupido" integra il reato di diffamazione. ╚ questa la conclusione alla quale giunge la Corte di Cassazione con la sentenza n. 24218/2021, negando che l'appellativo utilizzato nei confronti del legale siano state un semplice esercizio del diritto di critica. Gli Ermellini hanno chiarito che, affinchÚ ricorra il delitto di diffamazione, Ŕ sufficiente che l'agente comunichi con almeno due persone ovvero con una sola persona ma con modalitÓ tali che detta notizia venga sicuramente a conoscenza di altri, e che siano utilizzate parole o espressioni che siano socialmente interpretabili come offensive.

n░ 1830 - giovedý 1 luglio 2021
vai alla fonte Studio Cataldi
tag Corte di Cassazione | Avvocato | Reato | Diffamazione



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/21 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti