UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

Caro assistito, WhatsAppiamo?

Pu˛ un avvocato essere sanzionato disciplinarmente per avere contattato un proprio cliente con messaggi dal cellulare (nella specie messaggi whatsapp)? Secondo il CNF, no! Per il CNF vale il principio secondo cui "l'uso della messaggistica, che consente una comunicazione pi¨ immediata e veloce, non possa ritenersi in sÚ in violazione dell'art. 9 del NCDF poichÚ, per molti aspetti, ormai rappresenta un vero e proprio metodo di comunicazione avente anche valore legale e, che per di pi¨, fornisce anche una valida prova nel processo." A sostegno di tale tesi, il CNF ha richiamato la sentenza n. 49016/2017 della Corte di Cassazione, con la quale si Ŕ stabilito che "i contenuti dei messaggi rappresentano la memorizzazione di fatti storici e quindi sono considerati valida prova documentale nei rapporti contrattuali tra le parti, essendo parificabili ad un documento informatico che consente la conoscenza della volontÓ delle parti stesse".

n░ 1860 - giovedý 30 dicembre 2021
vai alla fonte CF News
tag Avvocato | WhatsApp | Sentenza | Cassazione | Consiglio Nazionale Forense (CNF)



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/24 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti