UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

Dimmi in che chat vai e ti dir˛ chi sei!

Attenzione alle frequentazioni di gruppo, anche se virtuali! Partecipare ad una chat di gruppo, in cui "girano" contenuti e materiali "poco ortodossi", pu˛ essere davvero pericoloso, anche se si ha solo la consapevolezza dei contenuti e non si carichi materiale. La Corte di Cassazione, terza sezione penale, con sentenza n. 36572/23 ha infatti affermato che in tema di delitti contro la persona,"integra la detenzione penalmente rilevante ai sensi dell'art. 600-quater, comma primo, cod. pen. la disponibilitÓ di file di contenuto pedopornografico archiviati sul cloud storage di una chat di gruppo nello spazio Telegram e accessibili, per il tramite delle proprie credenziali, da parte di ogni componente del gruppo che abbia consapevolmente preso parte ad esso".

n░ 2028 - giovedý 7 settembre 2023
vai alla fonte Corte di Cassazione
tag Sentenza | Telegram | Corte di Cassazione



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/24 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti