UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

Automobilisti ubriaconi: la Cassazione dice "basta scuse"

La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 39170 del 2023, ha affermato che la prova fornita dall'alcoltest non Ŕ invalida se le due rilevazioni "obbligatorie" non riportano numeri consecutivi. Una misurazione intermedia, infatti, non incide sul risultato ottenuto dalle due misurazioni effettuate a oltre cinque minuti di distanza l'una dall'altra. Nel caso in esame il ricorrente lamentava un malfunzionamento dell'apparecchio ed una conseguente declaratoria d'invaliditÓ della prova da alcoltest. I giudici hanno affermato che l'intervallo dei cinque minuti va inteso come termine minimo in quanto ci˛ garantisce che la seconda prova fornisca un dato corretto di raffronto per stabilire il tasso alcolemico imputabile alla persona.

n░ 2039 - giovedý 28 settembre 2023
vai alla fonte Il Sole 24 Ore
tag Corte di Cassazione | Sentenza | Prove



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/24 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti