UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

L'occhio del padrone... ingrassa l'investigatore!

La Corte di Cassazione con sentenza n. 13789/11 ha stabilito che il datore di lavoro, per tutelare i beni aziendali dal comportamento scorretto di un proprio dipendente, pu˛ avvalersi dell'ausilio di agenzie investigative. Secondo la Suprema Corte, infatti, tale scelta non contrasterebbe col divieto di controllo sul lavoratore. Il datore pu˛ addirittura licenziare il lavoratore se la condotta di quest'ultimo, in relazione alle mansioni svolte a alla posizione ricoperta all'interno dell'azienda, provochi una profonda sfiducia nel suo operato.

n░ 383 - giovedý 30 giugno 2011
vai alla fonte Italex - Studio Cataldi
tag Corte di Cassazione | Controllo lavoratori | Lavoro | Lavoratore | Datore di lavoro | Agenzie investigative



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/24 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti