UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

La CEDU condanna l'Italia per aver respinto immigrati

Con sentenza n. 27765 del 23 febbraio 2012 la Corte europea dei diritti dell'uomo ha condannato l'Italia per aver violato il principio di non "respingimento" rimpatriando 200 immigrati somali ed eritrei provenienti dalla Libia.
In particolare nel 2009 le autoritÓ italiane, dopo aver intercettato una barca con 200 immigrati a bordo, avevano ricondotto gli stessi a Tripoli violando il principio di non "respingimento" che vieta di respingere immigrati verso paesi dove possono essere perseguitati o sottoposti a trattamenti inumani o degradanti. L'Italia dovrÓ ora risarcire 15 mila euro per ognuno dei 24 immigrati ricorrenti.

n░ 588 - giovedý 1 marzo 2012
vai alla fonte Guida al diritto - Il Sole 24 Ore
tag Corte Europea diritti dell'uomo (CEDU) | Espulsione | Immigrazione | Diritto d'asilo | Divieto di refoulement | Diritto UE | Diritto internazionale



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/21 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti