UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

Nullo il matrimonio per anaffettivitÓ del coniuge

La Corte di Cassazione (sent. 8772/12) ha stabilito che "la sentenza ecclesiastica di nullitÓ matrimoniale per incapacitÓ di un coniuge di assumere gli oneri derivanti dal matrimonio per cause di natura psichica, non si pone in contrasto con l'ordine pubblico italiano". Pertanto, Ŕ legittimo l'annullamento del matrimonio caratterizzato da rigidezza, intolleranza, difficoltÓ di espressione degli affetti di uno dei coniugi. A parere della Suprema Corte, "l'anaffettivitÓ Ŕ un disturbo della personalitÓ che incide negativamente sulla sfera volitiva e sui processi psico affettivi rendendolo inidoneo a realizzare un rapporto di comunione e condivisione con il coniuge".

n░ 705 - giovedý 7 giugno 2012
vai alla fonte Diritto e Giustizia
tag Diritto di famiglia | Matrimonio | NullitÓ | Coniugi | Corte di Cassazione



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/21 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti