UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
ARGeNtWEB
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Flash-Jus

Guida in stato di ebrezza: e se il conducente non supera il test...?

La quarta sezione penale della Suprema Corte di Cassazione, con sentenza 22644/2013, ha respinto il ricorso di un automobilista ritenuto responsabile di guida in stato di ebbrezza, in quanto lo stesso ha affermato che il rilievo del tasso alcolemico non aveva avuto esito a causa della sua incapacitÓ di soffiare nell'apparecchio e quindi la sua condotta poteva rilevare come illecito amministrativo ma non come fattispecie pi¨ grave. Secondo la Cassazione anche se non viene effettuato un accertamento vero e proprio, il reato in esame si pu˛ pur sempre desumere da elementi sintomatici e quindi dalla incapacitÓ del conducente, per effetto dell'ebbrezza alcolica, di collaborare con gli accertatori nella rilevazione del livello di alcol nel sangue.

n░ 883 - giovedý 30 maggio 2013
vai alla fonte Guida al diritto
tag Cassazione penale | ResponsabilitÓ | Corte di Cassazione | Reato



Men¨ della sezione
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 2.1 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/21 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti