UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Dipartimento di Scienze giuridiche
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Esame di laurea

Regolamento per l'elaborato di laurea del corso magistrale in Economia, Management e SostenibilitÓ

Art. 1 - Informazioni generali

La prova finale (esame di laurea) del corso di laurea magistrale in Economia, Management e SostenibilitÓ ha lo scopo di contribuire a formare nello studente le capacitÓ di:
- organizzare il proprio tempo e la propria motivazione per portare a termine in autonomia un progetto che include la redazione e la discussione di un testo;
- saper ricercare ed elaborare informazioni, sia di natura qualitativa, sia di natura quantitativa approfondite e affidabili su un determinato argomento;
- inquadrare, identificare, formulare ed esporre in maniera chiara il problema oggetto di studio secondo la dottrina e la letteratura scientifica di riferimento;
- esporre e in uno stile chiaro, preciso e coerente secondo le forme della comunicazione scritta e orale utilizzata in ambito aziendale economico e giuridico.

La prova finale consiste nella redazione di un testo scritto e di una pubblica discussione su un argomento selezionato all'interno di una disciplina scelta tra quelle incluse nel proprio percorso curriculare. La trattazione presuppone un approfondimento delle problematiche, delle teorie, delle dottrine di riferimento nell'ambito della disciplina selezionata. L'argomento specifico dell'elaborato Ŕ concordato tra lo studente e il docente-relatore il quale indirizza e sovrintende alla stesura dal punto di vista metodologico e scientifico. Tipicamente l'elaborato potrÓ contenere discussioni dottrinarie e teoriche, analisi empiriche e casi pratici sulla base di una bibliografia aggiornata.

L'elaborato potrÓ consistere in
- una rielaborazione individuale delle riflessioni teoriche sull'argomento contenente una rassegna critica dei contributi particolarmente rilevanti per il tema oggetto di studio. Essa dovrÓ essere fondata sull'approfondimento della letteratura esistente sull'argomento, e sarÓ valutata sulla base dell'originalitÓ delle argomentazioni, sulla soliditÓ dell'impianto teorico e sul rigore della metodologia adottata (tesi di rassegna);
- una riflessione su problemi di natura teorica o empirica, da cui emerga la capacitÓ di comprendere ed applicare teorie modelli e teorie di riferimento e si fondi su attivitÓ svolte dal candidato in situazioni di laboratorio, con il supporto di adeguate elaborazioni statistiche o di dati raccolti sul campo riguardanti specifici casi di studio o indagini (tesi sperimentale o di ricerca).

In accordo con il docente relatore, la prova pu˛ essere redatta in lingua inglese.

Art. 2 - ModalitÓ di assegnazione

La richiesta di assegnazione non pu˛ essere presentata dallo studente prima che abbia maturato 60 CFU. Il docente-relatore, di norma, deve essere scelto dallo studente tra i docenti titolari di un insegnamento il cui esame Ŕ presente nel piano di studi dello studente.

Ai fini dell'assegnazione della tesi lo studente dovrÓ:
a) Contattare personalmente il docente e dopo aver proposto un tema da svolgere per l'elaborato di tesi acquisirne la disponibilitÓ a supervisionare il lavoro;
b) collegarsi nella stanza virtuale sezione "Assegnazione Tesi" e compilare il modulo online con i dati richiesti, selezionare il docente-relatore disponibile e, al termine della procedura, stampare i moduli. ╚ da tener presente che se il docente con cui si intende svolgere l'elaborato non dovesse risultare disponibile in elenco bisognerÓ attendere l'aggiornamento della piattaforma che avviene il giorno successivo ad una seduta di laurea;
c) lo studente, una volta stampato il modulo, avrÓ 15 giorni per incontrare il docente, acquisirne la firma sul modulo compilato e consegnarlo all'Ufficio Lauree scannerizzato, inviandolo a mezzo email a questo indirizzo.

La domanda di laurea non potrÓ essere presentata prima che siano trascorsi almeno 5 mesi dall'assegnazione della tesi. FarÓ fede la data di registrazione dell'apposito modulo da parte dell'Ufficio Lauree.

A partire dal giorno di consegna del modulo all'Ufficio Lauree, l'assegnazione resterÓ valida per un anno solare, dopodichÚ sarÓ annullata d'ufficio salvo conferma congiunta del docente-relatore e dello studente. A tal proposito si ricorda che alla scadenza dei 12 mesi il sistema informatico invierÓ un promemoria sulla casella email dello studente segnalandogli la scadenza della domanda e, attraverso un link, sarÓ possibile stampare il rinnovo della richiesta che dovrÓ essere firmato dal docente sempre entro 15 giorni.

Il Coordinatore del Corso di Studi, al momento della presentazione della domanda dell'esame di laurea, provvederÓ all'individuazione di un "correlatore" (docente di disciplina affine o comunque esperto nelle tematiche inerenti l'argomento della tesi; in casi particolari il correlatore pu˛ essere persona esterna all'ambiente accademico, di comprovate capacitÓ scientifiche o professionali).

Art. 3 - Domanda di laurea

Per poter essere ammesso alla prova finale lo studente dovrÓ presentare domanda di laurea avendo rispettato i requisiti, le modalitÓ e la tempistica esposti seguendo le indicazioni presenti a questo link nella sezione "Norme amministrative".

Art. 4 - Date delle sedute di laurea

I mesi dell'anno solare in cui sono programmate le sedute di laurea sono indicate nel calendario accademico stabilito annualmente e consultabile a questo collegamento.

Le date delle sedute sono pubblicate periodicamente sul sito dell'ateneo a questo collegamento.

Art. 5 - Composizione della commissione ed esposizione dell'elaborato finale

In seduta di laurea la commissione Ŕ presieduta da un docente di ruolo di prima o seconda fascia di norma incardinato nell'Ateneo UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa.

La Commissione Ŕ composta di almeno tre membri, esclusivamente da docenti titolari di insegnamento o cultori della materia dell'ateneo. Il candidato Ŕ tenuto a consegnare una copia cartacea dell'elaborato alla Commissione prima dell'inizio della seduta. Tale copia potrÓ poi essere restituita al candidato al termine della seduta.

Il candidato, su invito del Presidente della Commissione, espone il contenuto del suo lavoro in maniera chiara e sintetica avvalendosi, se necessario, di supporti elettronici e/o audiovisivi (PowerPoint, slides, filmati ecc.) nel rispetto delle procedure comunicate dall'Ufficio Lauree sul sito di Ateneo.

1. La tesi Ŕ discussa pubblicamente nel corso di una seduta di laurea.
2. Durante la discussione lo studente pu˛ utilizzare un massimo di 5 foto, grafici, statistiche, slide. In casi particolari correlati alla specificitÓ disciplinare della tesi, l'elaborato pu˛ consistere in un prodotto multimediale (es. filmato massimo 3 minuti).
3. Gli studenti che desiderano utilizzare i suddetti supporti multimediali dovranno almeno 5 giorni prima della seduta:
a) inviare il modulo firmato dal relatore a questo indirizzo;
b) attraverso il proprio indirizzo mail istituzionale, condividere i file di cui al punto 2 con l'account dell'Ufficio Lauree (e-mail) utilizzando le funzionalitÓ di Google Drive (a questo link Ŕ disponibile la relativa guida). I file andranno tutti rinominati utilizzando come nome del file la propria matricola, aggiungendo un numero nel caso di pi¨ file. Sono ammessi file nei formati standard pi¨ diffusi (pdf, jpg, mp4, ppt), nel caso di file prodotti con programmi specifici si dovrÓ contattare preliminarmente l'ufficio lauree per verificare la possibilitÓ di utilizzarli.

Art. 6 - Attribuzione del punteggio finale

Nel decidere l'attribuzione del punteggio il docente-relatore e gli altri commissari considerano in che misura il candidato:
- abbia ben gestito il tempo e l'organizzazione del lavoro;
- abbia compreso e rispettato le forma e la sostanza della relazione con il docente;
- abbia mostrato passione per il contenuto e spirito di iniziativa;
- abbia svolto una ricerca bibliografica approfondita identificando fonti attendibili;
- abbia inviato con puntualitÓ, durante tutto il processo di svolgimento, al docente-relatore elaborati intermedi redatti con uno stile omogeneo, una forma corretta e un livello di chiarezza delle argomentazioni anche in linea con i criteri di redazione dei report normalmente utilizzati in contesti professionali;
- abbia trattato con adeguato livello di dettaglio i temi assegnati;
- abbia dimostrato di aver ben compreso gli aspetti teorici dei principi dei base della disciplina e delle modalitÓ di applicazione ad esempi, casi e studi empirici;
- abbia presentato in modo chiaro e professionale durante la seduta di laurea.

La Commissione, dopo aver preso visione della tesi e ascoltato il candidato, attribuisce un punteggio da 0 a 3 da aggiungere alla media ponderata, ricalcolata ed espressa in cento decimi, dei voti riportati negli esami di profitto. Le lodi ottenute nei singoli esami di profitto non concorrono alla formazione del punteggio.

Oltre al max di 3 punti attribuibili secondo il paragrafo precedente Ŕ possibile assegnare ulteriori punti aggiuntivi (max 3) per una tesi sperimentale di particolare qualitÓ.

SarÓ, inoltre, attribuito agli studenti che conseguono la laurea entro la durata legale del corso di studi un punto aggiuntivo. Non ha diritto a questo bonus lo studente che ha effettuato ulteriori iscrizioni presso altro Ateneo o altro corso di laurea, se la somma delle iscrizioni pregresse e quelle effettuate nel corso attuale supera la durata legale del corso.

Un ulteriore punto bonus pu˛ essere aggiunto in base a quanto stabilito dal "Regolamento sull'istituzione, attivazione e riconoscimento di attivitÓ extracurriculari per punti bonus o cfu". Tale punto bonus pu˛ essere acquisito anche redigendo e discutendo l'elaborato di tesi in lingua inglese, rientrando tale iniziativa tra quelle previste all'articolo 6 comma 2, lettera g) del sopra citato regolamento per l'attribuzione dei punti bonus o CFU.

Laddove il candidato si presenti alla prova finale con una media ponderata almeno pari a 105/110, la Commissione pu˛, con voto unanime, attribuire la lode.

Per tesi di eccezionale valore, su proposta del docente-relatore e con voto unanime della commissione, il Presidente del Corso di Laurea pu˛ disporre la pubblicazione dell'elaborato su apposita pagina on-line del Dipartimento.

Nel caso in cui per giustificati motivi il docente relatore non pu˛ essere presente personalmente alla Seduta di Laurea la scheda di valutazione e la motivazione della richiesta di eventuali punti da aggiungere alla media ponderata pu˛ essere comunicata per iscritto agli altri membri della Commissione.

Art. 7 - Riprese fotografiche

Il candidato pu˛ conferire l'incarico di effettuare riprese fotografiche durante la discussione dell'elaborato di laurea e durante la cerimonia di proclamazione a una sola persona, fotografo professionista o meno. Durante le sedute di laurea non sono ammesse riprese filmate.

Art. 8 - Norme comportamentali

Durante la seduta di laurea lo studente, familiari ed amici sono tenuti a rispettare il regolamento comportamentale.

Art. 9 - Norme transitorie

La modifica all'articolo 6 del presente Regolamento produrrÓ i propri effetti, in prima applicazione, per gli studenti immatricolati dall'a.a. 2020/2021.

Approvato con Delibera del Senato Accademico 24/09/2021

Men¨ della FacoltÓ
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 3 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/22 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti