Facoltà di
Giurisprudenza

Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza

a.a. 2018/19

Obiettivi

Il corso si propone di formare una figura di giurista in grado di interpretare il diritto vigente, di risolvere problematiche concrete, di valutare criticamente i materiali normativi e giurisprudenziali, di avvalersi delle tecnologie informatiche e telematiche, di elaborare testi giuridici, di aggiornare costantemente la propria preparazione, di sapersi collocare in una prospettiva europea e internazionale.

Il corso prevede un numero programmato di immatricolazioni in modo da garantire lo stretto rapporto tra docente e studente. Gli insegnamenti di base forniscono le conoscenze istituzionali per comprendere l'assetto odierno del sistema giuridico italiano e i suoi presupposti culturali di ordine storico-filosofico. Gli insegnamenti caratterizzanti sono invece rivolti ad approfondire i vari settori del diritto pubblico, del diritto privato, del diritto europeo e comparato, nonché a fornire nozioni di teoria economica, e si svolgono attraverso la trattazione di casi giurisprudenziali, la ricostruzione in aula di procedure-modello, la simulazione di processi, l'esame critico di normative, sentenze, pareri, determinazioni amministrative. Gli studenti hanno la possibilità di declinare il loro percorso di studi in vista della specializzazione in una delle branche fondamentali del diritto. Particolare importanza è rivolta all'informatica giuridica e alle metodologie di ricerca delle fonti normative e giurisprudenziali, all'inglese giuridico e alla scrittura di documenti giuridici. Agli insegnamenti si affiancano attività extracurriculari che arricchiscono le competenze dello studente. Per stabilire da subito un canale di collegamento con il mondo del lavoro, gli studenti sono incentivati a svolgere durante il loro percorso di studio stage presso tribunali, studi legali, enti pubblici e privati.

Risultati di apprendimento attesi

Area privatistica

Conoscenza e comprensione

In quest'area lo studente impara, innanzitutto, a comprendere e a utilizzare correttamente la terminologia giuridica e le categorie di base delle materie privatistiche con specifico riguardo alla identificazione dei formanti; successivamente acquisisce una conoscenza approfondita degli istituti e delle tassonomie di livello avanzato del diritto civile, del diritto commerciale, del diritto del lavoro, del diritto processuale civile, anche con riguardo alla parte applicativa; è messo nelle condizioni di collocare le nozioni apprese nel quadro europeo e internazionale; di comprendere e di valutare criticamente il dibattito dottrinale e giurisprudenziale relativo alle questioni giuridiche affrontate, rilevandone gli aspetti problematici di tipo interpretativo; nell'ambito del diritto del lavoro, impara a comprendere anche le motivazioni economiche e sociali e gli aspetti tecnici dei provvedimenti legislativi di riforma; nell'ambito del diritto commerciale, apprende anche le nozioni istituzionali della contabilità e del bilancio. A seconda dell'indirizzo scelto, approfondisce i rapporti tra il diritto privato, la bioetica, l'utilizzo delle tecnologie, oppure i profili specialistici del diritto commerciale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente è capace di consultare e interpretare il codice civile, la legislazione complementare e le fonti europee e internazionali; comprende i testi dottrinali e giurisprudenziali ed è in grado di ricercarli avvalendosi di strumenti sia cartacei sia digitali; ha acquisito la metodologia del ragionamento giuridico; sa utilizzare le conoscenze apprese per risolvere questioni giuridiche; nell'ambito degli insegnamenti civilistici scrive pareri, atti negoziali e processuali adoperando una terminologia comprensibile e giuridicamente rigorosa; apprende e applica le tecniche di strategia negoziale e processuale più adeguate al caso da risolvere.

Area pubblicistica

Conoscenza e comprensione

In quest'area lo studente impara a comprendere e a utilizzare correttamente la terminologia giuridica delle materie pubblicistiche; conosce i modelli organizzativi delle istituzioni pubbliche e delle strutture amministrative, nonché dei soggetti privati che operano nel settore pubblico, gli istituti e le categorie dommatiche fondamentali del diritto costituzionale e pubblico, del diritto penale sostanziale e processuale, del diritto amministrativo sostanziale e processuale, il sistema della giustizia costituzionale, penale e amministrativa; comprende e valuta criticamente il dibattito dottrinale e giurisprudenziale relativo alle problematiche giuridiche affrontate; sa inquadrare le nozioni apprese nel quadro europeo e internazionale; a seconda dell'indirizzo scelto, approfondisce alcuni profili specialistici del diritto penale (legislazione antimafia, diritto penale amministrativo), del diritto amministrativo (diritto regionale, giustizia amministrativa, diritto dell'ambiente), della medicina legale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente è capace di interpretare la Costituzione e la giurisprudenza costituzionale; sa consultare e interpretare la legislazione penale e amministrativa sostanziale e processuale, anche alla luce della dottrina e della giurisprudenza nazionale ed europea; è capace di individuare e attivare gli strumenti di tutela nei confronti dei poteri pubblici; ha appreso la metodologia della ricerca delle fonti dottrinali, giurisprudenziali e della prassi amministrativa; utilizza un metodo giuridico rigoroso per applicare le conoscenze apprese alle questioni giuridiche da risolvere; scrive pareri, atti processuali e amministrativi adoperando una terminologia comprensibile e giuridicamente rigorosa; segue le corrette procedure scegliendo quella più adeguata al caso da risolvere.

Area storico-filosofica

Conoscenza e comprensione

In quest'area lo studente impara il lessico storico-concettuale di base, analizza le istituzioni e la cultura giuridica a partire dall'esperienza romanistica fino all'epoca delle codificazioni, apprende i concetti fondamentali della teoria del diritto del Novecento e della sociologia giuridica contemporanea, la teoria dell'interpretazione e dell'argomentazione, nonché gli strumenti metodologici funzionali allo studio del diritto positivo.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Attraverso la comprensione del contesto storico-culturale dell'esperienza giuridica, lo studente affina la sua capacità critica; coglie l'interazione tra il mutamento sociale e l'evoluzione degli ordinamenti giuridici; interpreta con maggiore consapevolezza il diritto vigente; utilizza consapevolmente le tecniche di argomentazione.

Area internazionale, europea e comparata

Conoscenza e comprensione

In quest'area lo studente apprende i profili strutturali e funzionali dell'ordinamento internazionale e dell'Unione europea, le interazioni con il diritto nazionale, gli strumenti di tutela giurisdizionale, i principali settori disciplinati dal diritto internazionale ed europeo; conosce i principali sistemi giuridici stranieri ed è in grado di coglierne analogie e differenze avvalendosi di un rigoroso metodo comparativo.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente sa coordinare il diritto nazionale con quello internazionale ed europeo; è capace di reperire fonti dottrinali e giurisprudenziali pertinenti; risolve casi che presentano aspetti di diritto internazionale ed europeo avvalendosi degli strumenti di tutela più efficaci; affina la sua capacità critica attraverso l'apprendimento del metodo comparativo.

Area economico-tributaria

Conoscenza e comprensione

Gli insegnamenti economici e tributaristici mirano a fornire allo studente le conoscenze istituzionali relative alle teorie micro- e macroeconomiche, al sistema tributario sostanziale e processuale e alla struttura delle principali imposte.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente sa esporre le nozioni economiche apprese attraverso l'utilizzo di un corretto strumentario analitico; sa raccordare le conoscenze giuridico-istituzionali ai profili economici e di diritto tributario volta per volta coinvolti e risolve casi pratici sapendo scegliere lo strumento di tutela più efficace.

Ulteriori competenze e abilità

Conoscenza e comprensione

In quest'area lo studente acquisisce una solida competenza in lingua inglese nelle quattro abilità comunicative (comprensione, lettura, scrittura, conversazione) e impara la terminologia e le forme discorsive tipiche di testi di argomento giuridico redatti in inglese; apprende le abilità di base per l'effettuazione di ricerche relativamente a testi e documenti di interesse giuridico; approfondisce le principali questioni giuridiche legate all'informatica e all'impiego delle nuove tecnologie nelle professioni legali; analizza le tecniche di redazione degli atti giuridici e degli schemi giudiziali più comuni.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente sa impiegare correttamente l'inglese giuridico in forma sia scritta sia orale; sa utilizzare le più diffuse banche dati di ricerca in ambito giuridico; risolve casi che implicano i rapporti tra il diritto e le nuove tecnologie; apprende le tecniche di scrittura degli atti giuridici più comuni.

Autonomia di giudizio

Lo studente dovrà essere in grado di valutare criticamente le informazioni apprese ed eventualmente di discostarsi dalle precedenti elaborazioni dottrinali e giurisprudenziali, qualora le ritenga giuridicamente scorrette. Pertanto, le nozioni impartite non sono mai disgiunte dall'analisi dei loro presupposti culturali e sociali e gli studenti sono costantemente sollecitati al confronto dialettico. Il numero programmato degli studenti consente di verificare lo sviluppo dell'autonomia di giudizio nel corso delle lezioni, delle esercitazioni e delle simulazioni processuali, oltre che nelle prove intermedie e finali e nella discussione della tesi di laurea.

Abilità comunicative

Lo studente dovrà apprendere il lessico giuridico, anche inglese, e saper spiegare in maniera chiara, incisiva e convincente le proprie posizioni sia a specialisti del settore sia a non specialisti. Tali abilità dovranno essere sviluppate anche in ambito informatico. Il loro raggiungimento è verificato nel corso delle lezioni, delle esercitazioni e delle simulazioni processuali, nonché nelle prove intermedie e finali e nella discussione della tesi di laurea. Specifiche attività sono dedicate all'inglese giuridico e alla redazione di atti giuridici e all'informatica giuridica. Importanza considerevole è attribuita alla teoria dell'argomentazione, intesa sia come studio delle tecniche di giustificazione delle decisioni giuridiche sia acquisizione delle competenze comunicative tecnico-giuridiche e pragmatiche, necessarie a rendere efficace il discorso adeguandolo all'uditorio specifico cui è rivolto.

Capacità di apprendimento

Lo studente dovrà acquisire gli strumenti tecnici e metodologici per aggiornare le conoscenze apprese durante il corso di studi e per approfondirle autonomamente in vista di eventuali passaggi concorsuali. Tali capacità sono sviluppate nel corso delle lezioni, incentivando la consultazione dei repertori giurisprudenziali e delle fonti dottrinali, sia cartacee sia telematiche. È a disposizione degli studenti un servizio di assistenza e formazione nel campo della ricerca on line, svolto da tutor specializzati. Il raggiungimento delle capacità di apprendimento è valutato nel corso delle lezioni, nelle prove intermedie e finali e nella discussione della tesi di laurea.

17.10.2018
Laurea magistrale in Giurisprudenza

Sportello studenti Giurisprudenza biennio specialistico - chiusura straordinaria

17.10.2018
Laurea magistrale in Giurisprudenza

Punto bonus per la frequenza al ciclo di incontri Rileggere i classici del diritto

17.10.2018
Eventi

Napoli, 6 novembre - 18 dicembre 2018
Rileggere i classici del diritto
La Scuola giuridica napoletana nei primi 50 anni dell'Italia Unita

Ciclo di incontri

Flash Jus

17.10.2018
Laurea magistrale in Giurisprudenza

Riapertura termini per l'iscrizione alle prove di ammissione ai Corsi di studio in Economia aziendale e Green Economy e Giurisprudenza (a.a. 2018/19)

9.10.2018
Laurea magistrale in Giurisprudenza

Nuovo piano di studi a.a. 2018/19

8.10.2018
Laurea magistrale in Giurisprudenza

Elezioni suppletive per le rappresentanze studentesche nelle Commissioni Didattiche Paritetiche dell'Ateneo Suor Orsola Benincasa

3.10.2018
Laurea magistrale in Giurisprudenza

Seduta di laurea del 18 ottobre 2018

© 2004/18 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0