UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Dipartimento di Scienze umanistiche
ModalitÓ di navigazione
Percorso
Contenuto

Servizio LePrE
Informazioni in tempo reale su orari delle Lezioni, Programmi di studio e appelli d'Esame

Versione stampabile

Filologia e letteratura medievale
Corso di Laurea in Archeologia e Storia dell'arte - Classe LM-89 Storia dell'arte (Laurea magistrale interclasse)
SSD: L-FIL-LET/08
Docente: Edoardo D'Angelo
Anno Accademico 2020/2021

 

Versione italiana

Prerequisiti
Il conseguimento dei CFU di questo insegnamento presuppone nello studente una generale discreta preparazione, e dunque padronanza della terminologia, dei contenuti e delle metodologie di studio, in tre macroaree: a. storia medievale; b. storiografia letteraria (non importa in quale lingua); c. lingua latina.
Tali prerequisiti possono essere stati acquisiti, nella loro dimensione di base, giÓ nella scuola secondaria superiore (ma qui si crea una grossa differenza tra studenti che hanno a quel livello studiato la lingua latina e quelli che non lo hanno fatto). Ma anche la laurea triennale pu˛ aver fornito, o rinforzato, tali capacitÓ e conoscenze. Gli studenti che in particolare provengono dal Triennio L-1 attivo presso il Dipartimento, sostengono, nello specifico, esami di Letteratura italiana, Lingua e letteratura latina, Linguistica generale e Storia medievale, Letteratura Greca e Letteratura latina medievale (curricula Archeologico e Storico-Artistico); oppure Retorica e storytelling, Travel Literature e Il viaggio nel mondo antico (curriculum Turismo).


Obiettivi
Un insegnamento di Filologia medievale allĺinterno di un CdS magistrale LM2+LM89 risponde alla necessitÓ di creare nel laureato la capacitÓ di applicare conoscenza e comprensione, capacitÓ che passa innanzitutto attraverso il saper relazionarsi, a livello scientifico, anche con le fonti scritte. Sul piano delle conoscenze, la disciplina in questione consente di entrare in possesso di una approfondita conoscenza, storica e storico-culturale, dellĺEuropa e dei Paesi del Mediterraneo, in un momento cruciale della storia europea quale fu il Medioevo. Sul piano della comprensione, il metodo filologico risponde appieno allĺobiettivo di conseguire, da parte dello studente, comprensione e padronanza dellĺinterrelazione della conoscenza storica con la ricerca filologica e letteraria. FinalitÓ del corso Ŕ il conseguimento, da parte dello studente: 1. della conoscenza delle principali problematiche della storiografia letteraria mediolatina; 2. della conoscenza delle principali problematiche della filologia testuale e dell'ecdotica dei testi medievali; 3. della capacitÓ di lettura, traduzione e commento di testi mediolatini.
Sotto il profilo professionale, poi (źil CdS prepara alla professione di ricercatori e tecnici laureati nelle scienze dell'antichitÓ, filologico-letterarie e storico-artistiche - (2.6.2.4.0)╗: SUA 2020/2021), la disciplina in questione rinforza in maniera forte quella buona formazione nelle discipline storiche, storico-letterarie e filologiche, che possono consentire ai laureati di adire anche la strada dell'insegnamento secondario nelle classi letterarie, A-11, A12, A22.

Contenuto
parte generale:
Storia della letteratura latina medievale dal sec. VI agli inizi del sec. XIV.
parte monografica:
Ricerca filologica e culto dei santi:
(perchÚ san Valentino NON Ŕ il patrono degli innamorati)
il genere letterario dellĺagiografia nel Medioevo. lettura, traduzione e commento della Passio s. Valentini episcopi Interamnae (BHL 8460).


Testi adottati
parte generale:
E. DĺAngelo, La letteratura latina medievale. Una storia per generi, Roma, Viella, 2009.
E. DĺAngelo, Terni medievale. La cittÓ, la Chiesa, i santi, lĺagiografia, Spoleto, Centro Italiano Studi sullĺAlto Medioevo, 2016.


Bibliografia di riferimento
E. SUSI , Geografie della santitÓ. Studi di agiografia umbra mediolatina (secc. IV-XII) , Spoleto, CISAM, 2008.
Valentino, santo, in Dizionario Biografico degli Italiani, online http://www.treccani.it/biografico/elenco_voci/a.

Metodo di insegnamento
Lezioni frontali

Metodo di valutazione
Prova orale
La valutazione degli apprendimenti avviene in unĺunica fase (prova finale). Si tratta di una prova orale, il cui tempo di realizzazione si aggira, in media, intorno ai 20/25 minuti. I criteri di valutazione sono: padronanza della lingua italiana orale; padronanza della terminologia specifica della disciplina; livello di comprensione degli obiettivi generali e specifici del corso; livello di comprensione dei contenuti storico letterari e filologici; livello di apprendimento delle metodologie utilizzate; livello della capacitÓ di lettura, traduzione e commento di testi mediolatini.


 

English version

Prerequisites
The achievement of the CFU of this course presupposes in the student a general discreet preparation, and therefore mastery of terminology, contents and study methodologies, in three macro areas: a. medieval history; b. literary historiography (no matter what language); c. Latin language.
These prerequisites may have been acquired, in their basic dimension, already in the high school (but here there is a big difference between students who have studied the Latin language at that level and those who have not done so). But even the three-year degree may have provided, or reinforced, these skills and knowledge. Students who come in particular from the L-1 Triennium active at the Department, specifically take exams of Italian Literature, Latin Language and Literature, General Linguistics and Medieval History, Greek Literature and Medieval Latin Literature (Archaeological and Historical-Artistic curricula ); or Rhetoric and storytelling, Travel Literature and Travel in the ancient world (Tourism curriculum).

Learning outcomes
A Medieval Philology course within a LM2 + LM89 master's degree responds to the need to create in the graduate the ability to apply knowledge and understanding, a skill that primarily passes through knowing how to relate, on a scientific level, even with written sources. In terms of knowledge, the discipline in question allows the graduate to gain in-depth knowledge, historical and historical-cultural, of Europe and the Mediterranean countries, at a crucial moment in European history such as the Middle Ages. In terms of understanding, the philological method fully meets the objective of achieving, on the part of the student, understanding and mastery of the interrelation of historical knowledge with philological and literary research. The aim of the course is to achieve, by the student: 1. knowledge of the main problems of Mediolatina literary historiography; 2. knowledge of the main problems of textual philology and the ecdotics of medieval texts; 3. the ability to read, translate and comment on Middle Latin texts.
From a professional point of view, then ("the CdS prepares the profession of researchers and technicians graduates in the sciences of antiquity, philological-literary and historical-artistic - (2.6.2.4.0)": SUA 2020/2021), the discipline in question strongly reinforces that good training in historical, historical-literary and philological disciplines, which can allow
graduates to also take the path of secondary education in literary classes, A-11, A12, A22.

Course contents
general part:
History of medieval Latin literature from the 6th century at the beginning of the 14th century.
monographic part:
Philological research and cult of saints: (because Valentine's Day is NOT the patron saint of lovers).
the hagiographic literary genre in the Middle Ages. reading, translation and commentary of Passio s. Valentinis episcopi Interamnae (BHL 8460).

Text Books
general part:
E. DĺAngelo, La letteratura latina medievale. Una storia per generi, Roma, Viella, 2009.
E. DĺAngelo, Terni medievale. La cittÓ, la Chiesa, i santi, lĺagiografia, Spoleto, Centro Italiano Studi sullĺAlto Medioevo, 2016.

Bibliography
E. SUSI , Geografie della santitÓ. Studi di agiografia umbra mediolatina (secc. IV-XII) , Spoleto, CISAM, 2008.
Valentino, santo, in Dizionario Biografico degli Italiani, online http://www.treccani.it/biografico/elenco_voci/a.

Teaching methods
Frontal lessons

Assessment methods
Oral Examination
The assessment of learning takes place in a single phase (final test). This is an oral test, the realization time of which is around 20/25 minutes on average. The evaluation criteria are: command of the oral Italian language; mastery of the specific terminology of the discipline; level of understanding of the general and specific objectives of the course; level of understanding of the literary and philological historical contents; learning level of the methodologies used; level of ability to read, translate and comment on Middle Latin texts.

Ultimo aggiornamento: 5.10.2020 ore 09:00

Men¨ della FacoltÓ
Men¨ rapido
Men¨ principale
ConformitÓ agli standard

XHTML 1.0CSS 3 | Conforme alle linee guida per l'accessibilitÓ ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/21 UniversitÓ degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti