Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Dipartimento di Scienze umanistiche
Modalità di navigazione
Percorso
Contenuto

Servizio LePrE
Informazioni in tempo reale su orari delle Lezioni, Programmi di studio e appelli d'Esame

Versione stampabile

Tecniche del restauro: Dipinti su tela
Corso di Laurea in Conservazione e restauro dei Beni Culturali (Laurea magistrale interdipartimentale)
CFU: 9
SSD: N.D.
Docente: Annadele Aprile
Anno Accademico 2022/2023

 

Versione italiana

Obiettivi
Il corso si prefigge di fornire una conoscenza approfondita sui dipinti su tavola, i materiali di cui sono composti, le loro caratteristiche tecniche, le metodologie di intervento. Oltre che da un punto di vista tecnologico l’argomento sarà indagato anche nella sua evoluzione storica.

Contenuto
Il laboratorio si incentra su due momenti, il primo di carattere teorico, mirante alla conoscenza approfondita dei dipinti su supporto tessile, sulla loro evoluzione storico artistica e la loro modifica nel tempo, con approfondimenti sulle cause del degrado. Il secondo momento, prevede un approccio pratico che sperimenta le principali metodologie di restauro conservativo

Testi adottati
PARTE PROF. FATIGATI-APRILE
La bibliografia fornita è solo indicativa, può subire variazioni in funzione delle specifiche del programma svolto. G. Fatigati, Le arti del legno, Napoli 2011 C. Cennini, Il libro dell’arte, comm. a cura di F. Brunello, Vicenza 1971 C. Castelli, M. Parri, A. Santacesaria, supporti lignei: problemi di conservazione, in Problemi di restauro, riflessioni e ricerche, Firenze 2002. T. Cianfelli, F. Ciani Passeri, C. Rossi Scarzanella, Consolidamento dei dipinti su tavola in Problemi di restauro, riflessioni e ricerche, Firenze 2002.

PER LA PARTE PROF.SSA APRILE
A.A.V.V., I supporti nelle arti pittoriche, Ed. Mursia Milano A.A.V.V., Le tecniche artistiche, Ed. Mursia Milano G. BASILE, Che cos’è il restauro, Roma Editori Riuniti. G. BERGER, La foderatura, Ed. Nardini, Firenze C. BRANDI, Teoria del restauro, Piccola Biblioteca Einaudi. O. CASAZZA – Il restauro pittorico nell’unità di metodologia, Nardini Editore. C. CENNINI, Il libro dell’arte, Firenze. U. FORNI, Manuale del pittore restauratore, Le Monnier 1866. E. MARTUSCELLI, Degradazione delle fibre naturali e dei tessuti antichi : Aspetti chimici, molecolari, strutturali e fenomenologici, Paideia 2006. A. MOLES, M. MATTEINI, La chimica nel restauro, Nardini Editore. A. MOLES, M. MATTEINI, Scienza e restauro: metodi di indagine, Nardini Editore. G. MONTAGNA, I pigmenti: Prontuario per l’arte e il restauro, Nardini Editore. F. NEGRI ARNOLDI, Il mestiere dell’arte: introduzione alla storia delle tecniche artistiche, Paparo Edizioni. G. PIVA, Manuale pratico di tecnica pittorica, Hoepli Editore. G. C. SCICOLONE, Dipinti su tela: metodologie d’indagine per i supporti cellulosici, Nardini Editore.

Metodo di insegnamento
Esercitazioni pratiche in laboratorio sotto la guida dei tutor tecnici, accompagnate da inquadramenti e indicazioni di metodo da parte del docente e dei suoi collaboratori. Lezioni teoriche in laboratorio e in aula.

Metodo di valutazione
Prova orale
Valutazione itinere
Prova pratica
La valutazione avviene in due fasi:
a. prova intermedia di carattere teorico (con votazione espressa in trentesimi);
b. completamento delle attività pratico-laboratoriali (450 ore annuali per ciascun PFP attivato), con votazione espressa in trentesimi, relative alle capacità pratiche e applicative degli allievi.
La votazione in trentesimi, prevista per le due fasi dell’esame viene definita tenendo conto degli indicatori di Dublino, (D1- D5). Il voto finale sarà espressione della media relativa alla capacità di analisi critica, alla conoscenza e comunicazione dei contenuti e alle capacità pratico-applicative svolte per le attività di restauro.

 

English version

Learning outcomes
The course aims to provide a knowledge of panel paintings, about the composed materials, their technical features, and the methods of intervention. In addition to a technological point of view, the topic will also be investigated in its historical evolution.

Course contents
The course aims to provide a knowledge of panel paintings, about the composed materials, their technical features, and the methods of intervention. In addition to a technological point of view, the topic will also be investigated in its historical evolution.

Text Books
PART OF FATIGATI-APRILE
The bibliography provided is approximate, and subject to change depending on the specific program. G. Fatigati, The arts of wood, Napoli 2011. C. Cennini, The book of art, Comm. edited by F. Brunello, Vicenza 1971. C. Castelli, M. Parri, A. Santacesaria, wooden supports: problems of conservation, in restoration problems, reflection and research, Florence 2002. T. Cianfelli, F. Ciani Passeri, C. Rossi Scarzanella, Consolidation of panel paintings in Problems of restoration, reflection and research, Florence 2002.

FOR THE PART APRILE
A.A.V.V., I supporti nelle arti pittoriche, Ed. Mursia Milano A.A.V.V., Le tecniche artistiche, Ed. Mursia Milano G. BASILE, Che cos’è il restauro, Roma Editori Riuniti. G. BERGER, La foderatura, Ed. Nardini, Firenze C. BRANDI, Teoria del restauro, Piccola Biblioteca Einaudi. O. CASAZZA – Il restauro pittorico nell’unità di metodologia, Nardini Editore. C. CENNINI, Il libro dell’arte, Firenze. U. FORNI, Manuale del pittore restauratore, Le Monnier 1866. E. MARTUSCELLI, Degradazione delle fibre naturali e dei tessuti antichi : Aspetti chimici, molecolari, strutturali e fenomenologici, Paideia 2006. A. MOLES, M. MATTEINI, La chimica nel restauro, Nardini Editore. A. MOLES, M. MATTEINI, Scienza e restauro: metodi di indagine, Nardini Editore. G. MONTAGNA, I pigmenti: Prontuario per l’arte e il restauro, Nardini Editore. F. NEGRI ARNOLDI, Il mestiere dell’arte: introduzione alla storia delle tecniche artistiche, Paparo Edizioni. G. PIVA, Manuale pratico di tecnica pittorica, Hoepli Editore. G. C. SCICOLONE, Dipinti su tela: metodologie d’indagine per i supporti cellulosici, Nardini Editore.

Teaching methods
Practical exercises in the laboratory under the guidance of technical tutors, accompanied by frameworks and method indications by the teacher and his collaborators. Theoretical lessons in the laboratory and in the classroom

Assessment methods
Oral Examination
Continuous Assessment
Assessment Of Practical Skills
The evaluation takes place in two stages:
A. intermediate theoretical exam (with a mark out of thirty);
B. completion of the practical-laboratory activities (450 hours per year for each activated PFP), with a mark out of thirty, relating to the practical and applicative skills of the students.
The mark out of thirty, provided for the two stages of the exam, is defined taking into account the Dublin indicators, (D1-D5). The final grade will be an expression of the average relative to the ability of critical analysis, knowledge and communication of the contents and the practical-applicative skills carried out for the restoration activities.

 


Nota bene: per verificare la validità dei programmi degli anni accademici precedenti controllare su LePrE, nella scheda del singolo corso, le note presenti nelle sezioni orari di ricevimento e/o appelli di esame.
 

Ultimo aggiornamento: 5.7.2022 ore 19:25

Menù del Dipartimento
Menù rapido
Menù principale
Conformità agli standard

XHTML 1.0CSS 3 | Conforme alle linee guida per l'accessibilità ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/24 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti